Sambuca di Sicilia cosa vedere: guida al borgo arabo
Uncategorized

Sambuca di Sicilia cosa vedere: guida al borgo arabo

Sambuca di Sicilia

Sambuca di Sicilia è stata proclamata uno dei borghi più belli d’Italia nel 2016 e ancora oggi è una delle città siciliane più visitate dai turisti. Se ti stai chiedendo cosa vedere in questa località suggestiva, in questo articolo vedremo a Sambuca di Sicilia cosa vedere e quali sono i punti che non puoi assolutamente perderti.

Ma prima iniziamo presentando un minimo questa splendida cittadina. Sambuca di Sicilia è un borgo siciliano situato nella provincia di Agrigento. Le origini di questo paese sono arabe e chi abita in questo posto considera Sambuca di Sicilia un piccolo angolo di paradiso della Valle del Belice.

In dialetto siciliano questa piccola realtà viene chiamata anche con il nome di “Sammuca” e si trova in un territorio fertilissimo. Qui è infatti possibile degustare tantissimi prodotti DOP e DOC, tra cui l’olio d’oliva che viene trasportato in tutto il mondo. 

Adesso però concentriamoci su Sambuca di Sicilia cosa vedere, se la tua intenzione è visitare questa splendida località. Noterai anche tu stesso dai posti che ti racconteremo, che questa è una destinazione capace di lasciare a bocca aperta sia i grandi che i piccini.

Sambuca di Sicilia cosa vedere: i punti di maggiore interesse

Come anticipato Sambuca di Sicilia è una di quelle mete davvero suggestive, che merita di essere vista almeno una volta nella vita. Questa è infatti una destinazione perfetta per chiunque voglia rilassarsi e scoprire nuovi orizzonti nella regione siciliana. Adesso vedremo a Sambuca di Sicilia cosa vedere se la tua intenzione è passare una vacanza nella provincia di Agrigento. Con un itinerario alla mano riuscirai a concederti un momento di puro relax per rigenerare le forze.

1. Quartiere arabo di Sambuca di Sicilia

Il cuore del centro storico di Sambuca di Sicilia risiede proprio nel quartiere arabo di questa località. Questa è una zona situata sulla sommità della cittadina e possiamo definirlo un intreccio di vicoli ristrutturati in maniera perfetta. 

Se ami la cultura araba, queste viette strette ricordano parecchio una vera e propria Kasbah araba. Passeggiando tra i vicoli del quartiere arabo di Sambuca di Sicilia è possibile rimanere affascinati da esempi di street art, che rendono ancora più suggestivo il centro di questa località.

Questo impianto urbano incantevole di Sambuca di Sicilia si sviluppò intorno ai sette vicoli saraceni. Il quartiere arabo di questa località è stato realizzato dall’Emiro Al-Zabut, fondatore dell’antica cittadina.

Il quartiere di Sambuca di Sicilia è ricco di storia e cultura tutti da scoprire. E se sei un amante delle cattedrali, la Chiesa Madre, una delle chiese più antiche della cittadina. 

2. Belvedere di Sambuca

Sulla parte più alta del borgo di Sambuca di Sicilia si apre il terrazzo di Belvedere di Sambuca, una zona autentica e caratteristica. Un tempo questa località faceva parte dell’antico castello di Zambut e anch’esso formava l’acropoli fortificata di questo borgo in provincia di Agrigento.

Dopo di che nella seconda metà del 1800 le pochissime rovine che rimasero del castello vennero demolite. Da qui venne successivamente ricavato dello spazio che ad oggi viene usato per eventi pubblici.

Il terrazzo termina con un’esedra con colonne e secondo la leggenda nel sottosuolo si trovano dei cunicoli che mettono in collegamento l’antico castello con altre parti del territorio di Sambuca di Sicilia. 

Se si vuole rimanere ammaliati dal Belvedere di Sambuca, il consiglio è affacciarsi dal terrazzo per godere di un panorama mozzafiato. Da qui sarà possibile osservare i territori di Giuliana, Caltabellotta e i Monti Sicani.

3. Museo Archeologico Palazzo Panitteri

Il Museo Archeologico Palazzo Panitteri e il suo nome deriva dalla famiglia nobile che vi abitava in passato. Questo palazzo è di origine Seicentesca e ancora oggi viene considerato uno dei monumenti più importanti di tutta Sambuca di Sicilia.

Ad oggi il Palazzo Panitteri all’interno del Museo Archeologico custodisce tantissimi reperti storici provenienti dal Monte Adranone. Nel corso dei secoli questa zona era abitata da sicani, greci, cartaginesi e romani.

Se i musei archeologici non ti dispiacciono e conoscere questo tipo di reperti ti incuriosisce, il museo situato all’interno del Palazzo Panitteri sicuramente ti piacerà. Qui potrai conoscere più da vicino tutti i reperti archeologici risalenti al Seicento, con una visita archeologica guidata.

4. Monte Adranone e la sua area archeologica

Il Monte Adranone rientra sicuramente tra le cose da vedere a Sambuca di Sicilia, meta imperdibile se ci si trova in questa località. In questo monte è possibile vedere ancora oggi le rovine dell’antica città, un tempo controllata dai sicani.

Se ti piacciono le montagne potrai capire che da qui la vista è impareggiabile, possiamo dire ancora più bella di Belvedere di Sambuca. Nel caso in cui la tua intenzione fosse recarti presso l’area archeologica di questo punto, sarai felice di sapere che non dovrai fare molta strada. Ricorda però che la stradina che dovrai percorrere è molto piccola, ma con pazienza ci si arriva.

5. Chiesa Madre di Sambuca

La Chiesa Madre di Sambuca come abbiamo anticipato prima è la chiesa principale di Sambuca di Sicilia. Questa chiesa è anche una delle più antiche, infatti non è un caso che tutti i turisti e praticanti religiosi non possono fare a meno di vedere.

Questa chiesa è caratterizzata da un impianto di origini quattrocentesche, visto che fu edificata nel 1402. La Chiesa Madre di Sambuca di Sicilia venne costruita sulle fondamenta dell’antico castello arabo di Zabut.

Se vuoi fare una passeggiata in una piazza davvero autentica, a pochi passi da qui puoi trovare Piazza Baldi Centellis. Questa piazza è situata in prossimità del Belvedere di Sambuca, meta ideale per sostare a fermarsi qualche foto ricordo suggestiva.

Tornando a parlare della Chiesa Madre di Sambuca di Sicilia, questa costruzione è caratterizzata da tre vite che ha vissuto. Nei primi anni in cui questa località era dominata dagli arabi, la Chiesa Madre fungeva da fattoria saracena. Successivamente la chiesa divenne parte di un complesso fortificato e infine divenne Chiesa Madre del borgo di Sambuca di Sicilia.

6. Lago Arancio e Fortino di Mazzallakkar

Possiamo definire il Fortino di Mazzallakkar uno dei siti storici più rappresentativi e iconici di Sambuca di Sicilia. Purtroppo ad oggi rimangono solamente alcuni ruderi, anche se questa è una meta imperdibile se ci si trova a Sambuca di Sicilia. Da quanto si può vedere osservando bene questa attrazione si può notare la cultura saracena che fondò la cittadina in antichità.

In origine il Fortino di Mazzallakkar fu costruito per proteggere il castello qui vicino, oltre alla città di Zabut. Anche se la sua funzione era prevalentemente difensiva, ciò che lascia i turisti a bocca aperta è l’altezza piuttosto bassa. In confronto alle fortezze presenti in Sicilia, il Fortino è uno dei più bassi.

Appena venne realizzato il Lago Arancio il Fortino di Mazzallakkar venne sommerso dalle acque del fiume. Purtroppo questo aspetto ha causato un declino dell’edificio in pochissimo tempo, che oggi non è così ben messo come una volta. Inoltre intorno al Lago Arancio si può trovare la zona dei mulini, ovvero un’area dedicata alle attività agricole di Sambuca di Sicilia.

7. Chiesa di Santa Caterina a Sambuca di Sicilia

Corso Umberto I è la via principale di Sambuca di Sicilia, dove ci si può concedere un momento di shopping. Qui è infatti possibile trovare tantissimi negozietti di souvenir, ristoranti e bar in cui fare una sosta e riprendersi prima di cominciare a visitare nuovamente la località.

Camminando per le vie di Corso Umberto I si può arrivare fino alla Chiesa di Santa Caterina e i resti dell’ex monastero benedettino, fondati dal nobile Giovanni Domenico Giacone d’Irlanda. La sua struttura in origine comprendeva la chiesa di Santa Caterina nella zona centrale, mentre in quella laterale sinistra il monastero.

Possiamo dire che la Chiesa di Santa Caterina è un tipico esempio di architettura barocca. Sono sicuramente molto interessanti le quattro virtù incarnate, situate ai lati dei primi due altari della navata.

Se vogliamo ripercorrere una piccola curiosità su questa chiesa, nel 1968 fu quasi devastata totalmente dopo un terremoto. Fortunatamente grazie ai lavori di restauro ad oggi la chiesa è ancora in ottime condizioni.

8. Torre Pandolfina a Sambuca di Sicilia

La Torre Pandolfina è un’altra destinazione che non ci si può perdere durante un week-end a Sambuca di Sicilia e dintorni. Questa torre venne costruita dai Baroni verso la metà del XIII secolo per proteggere il paese dagli attacchi nemici.

Grazie alla sua posizione strategica la Torre Pandolfina fu molto importante per la storia di Sambuca di Sicilia. Ad oggi purtroppo questo posto appartiene a dei privati, infatti è possibile visitare solamente il lato esterno della torre.

Anche se non è possibile visitare l’esterno questa torre è molto affascinante e vale assolutamente la pena vederla. Inoltre il lato positivo di questo posto è che si trova a pochissimi minuti di macchina dal Lago Arancio di Sambuca.

9. Teatro Comunale L’Idea

Il Teatro Comunale L’Idea venne costruito tra il 1848 e il 1851 da un gruppo di borghesi di Sambuca di Sicilia. Questo teatro si trova nel centro storico della località in Corso Umberto I e quindi è facilmente raggiungibile.

Il suo stile architettonico ricorda moltissimo i grandi teatri siciliani, come il Bellini di Catania o il Pirandello di Agrigento. Il terremoto del 1968 danneggiò gravemente questa struttura che venne ricostruita subito dopo nel 1993.

In aggiunta, oltre ad ospitare degli spettacoli teatrali stagionali questo teatro offre un importante sostegno per la formazione teatrale e musicale. Non è un caso che qui vengono organizzati tantissimi convegni e attività culturali.

10. Riserva Naturale di Sambuca di Sicilia

La Riserva Naturale di Sambuca di Sicilia si trova tra il Monte Genuardo e Santa Maria al Bosco. Fino al 1997 questo posto è stata la riserva naturale della regione siciliana, ma dal 2012 è stata inserita nei Monti Siciliani.

Questa è un’area protetta davvero molto montuosa, composta da circa 2.552,91 ettari. Iniziando a girarla al suo interno è possibile conoscere più da vicino tantissimi gatti selvatici, volpi e tantissimi altri animaletti molto simpatici.

Chi ama la natura incontaminata non può perdersi questo posto, considerato una vera e propria oasi di pace immersa nella natura. Inoltre i piccoli potranno ammirare moltissime specie animali e tantissimi uccelli di vario tipo. 

Come arrivare a Sambuca di Sicilia?

Sambuca di Sicilia è una cittadina facilmente raggiungibile da Palermo e Agrigento visto che è situata a soltanto 28 km dal mare. Per arrivare in questa località in modo semplice è possibile avvalersi della propria automobile oppure di un autobus che porta qui in pochi minuti.

Da Agrigento Sambuca di Sicilia dista circa 90 km ed è possibile arrivare qui percorrendo la strada statale SS115 Sud Occidentale della regione siciliana. Altrimenti da Palermo dista soltanto 78 chilometri e per raggiungere Sambuca di Sicilia è possibile imboccare l’autostrada palermitana A29 Palermo-Mazara del Vallo che condurrà qui. 

In alternativa all’autostrada è possibile consultare i tragitti degli autobus per capire come arrivare in questo posto con i mezzi pubblici. Solitamente sia da Agrigento che da Palermo ci sono davvero tantissime tratte che i bus fanno per raggiungere questo posto, visto che è una destinazione molto ambita dai turisti.

Cosa mangiare a Sambuca di Sicilia: le migliori prelibatezze

Ovviamente è impossibile pensare di programmare una vacanza in Sicilia senza pensare a cosa mangiare a Sambuca di Sicilia. Dato che questa regione è una delle più famose per le sue squisitezze, adesso vedremo quali sono i piatti assolutamente da non perdersi se si passa da questa località suggestiva in provincia di Agrigento.

Come dice la parola stessa, Sambuca di Sicilia è famosissima per la sua Sambuca e quindi questo liquore non va ignorato. Nel territorio di questa cittadina sono presenti tantissimi vigneti dove vengono prodotte tantissime bottiglie di Sambuca ogni giorno. Non è un caso che questo liquore sia un’eccellenza vinicola siciliana in tutto il mondo.

Se ti piacciono i formaggi non puoi non assaggiare la Vastedda della Valle del Belice DOP, ovvero l’unico formaggio di pecora a pasta filata presente sul territorio nazionale. Visto che si tratta di un formaggio fresco è corretto precisare che va consumato entro tre giorni dalla preparazione, per potersi gustare il suo sapore fresco.

Gli amanti dei dolci invece non possono certamente ignorare le Cassatelle, dei dolci tipici della cultura sambucese. Questo dolce è farcito con della ricotta di pecora ed è un dessert perfetto per concedersi un peccato di gola dolce in qualunque momento della giornata. Le Cassatelle di Sambuca si possono anche trovare con delle varianti rigorosamente del territorio.

Olio evo Sambuca di Sicilia

Infine abbiamo l’Oliva Nocellara del Belice DOP, una delle migliori olive che si possono assaggiare in questo territorio. Di solito i siciliani la utilizzano per preparare l’olio EVO da accompagnare alle grigliate di carne rossa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unisciti alla Nostra Comunità di Amanti della Sicilia! 🌞🍇

Iscriviti alla Nostra Newsletter!

Entra a far parte della nostra comunità e ricevi:

  • Storie Esclusive sulla ricca storia e le tradizioni siciliane.
  • Guide di Viaggio per scoprire luoghi nascosti e percorsi unici.
  • Consigli Culturali per immergerti nelle autentiche tradizioni siciliane.
  • Aggiornamenti Sugli Eventi in Sicilia per vivere appieno l’isola in ogni stagione.
  • Offerte Esclusive su prodotti tipici siciliani e sugli eventi, per portare un pezzo di Sicilia nella tua vita.